MWL 5#: Alfabeto di strega: I

MWL 5#: Alfabeto di strega: I – come Imbolc

Schermata 12-2456995 alle 19.14.21

Awaiting the coming of the spring
as the Earth begin to stir from
the light of the world

Imbolc, che cade il 2 febbraio, è un’antica festa irlandese in cui si celebra sia l’arrivo della primavera che il periodo di riposo della Dea dopo aver dato alla luce il Dio a Yule.

Il nome deriva dalla parola gaelica ‘oimelc’ che vuol dire ‘nel latte’, poichè gli animali da gregge iniziano ad avere cuccioli e quindi a produrre latte, in irlandese ‘imbolc’ significa ‘in grembo’ sempre riferito alle gravidanze.

Durante questa celebrazione è festeggiata Brigid, figlia di Dagda, dea del triplice fuoco; patrona dei fabbri, poeti e guaritori.
Il suo nome deriva da ‘breo’, il fuoco; il fuoco della fucina quindi si unisce a quello dell’ispirazione artistica e dell’energia guaritrice.
Oggetti sacri a Brigid sono la ruota del filatoio, la coppa e lo specchio.
La ruota del filatoio è il centro del cosmo, la Ruota dell’anno e quella che fila i fili delle vite, la coppa simboleggia il grembo della Dea e la nascita mentre lo specchio, strumento di divinazione,  simboleggia l’immagine dell’altro mondo a cui hanno accesso eroi e iniziati.

Imbolc è il momento adatto per le divinazioni. Una tradizione è quella di lasciare una candela accesa su ogni finestra fino all’alba per salutare la rinascita del sole.
Secondo alcune correnti wiccan Imbolc è la data più adatta per le iniziazioni. 

Un’usanza è quella di costruire la croce di Brigid, utilizzando giunchi e rametti, a quattro braccia uguali racchiusi in un cerchio, per simboleggiare la ruota del anno solare; lo stesso giorno vengono bruciate le croci preparate l’anno prima.
Si fabbricano anche bambole raffiguranti Brigit (o giovani Dee in generale); tutti questi oggetti sono fatti con spighe che provengono dal ultimo covone del raccolto dell’ anno precedente: le bambole sono propiziatorie perchè si pensava che in quest’ ultimo raccolto risedesse lo spirito del cereale o la Dea del grano; simbolo di trasformazione.

Cibi tradizionali: semi di zucca, semi di girasole, pane, tutti i latticini, peperoni, cipolle, aglio, uva passa, curry, vini speziati e thè di erbe.
Colori:  bianco, rosa, giallo, marrone chiaro e verde pastello.
Erbe: angelica, basilico, alloro, calendula, iris, mirra, violette e tutti i fiori bianchi e gialli
Incensi: basilico, alloro, cannella, vaniglia, mirra
Pietre: ametista, rubino, onice e turchesi
Animali: rondini, pecore, agnelli, cervi

b1

Advertisements

About Stargazer_Aliya

24 anni. Amo gli animali, i videogiochi, i libri e i film (il mio genere preferito è il fantasy). Il mio blog tratta di tematiche pagane, una sorta di 'diario online' per il mio percorso. https://stargazeraliya.wordpress.com/ :D
This entry was posted in Alfabeto di strega, Modern witch league and tagged , , , . Bookmark the permalink.

One Response to MWL 5#: Alfabeto di strega: I

  1. Pingback: Sacchetto per Brigid | Seeing off a falling star

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s